Curiosità

Bondage, le migliori pratiche

Molte persone si interessano al mondo della sessualità estrema per curiosità oppure per rendere la propria vita sessuale più appagante e creativa. Bisogna capire che ci sono vari modi di praticare il sesso estremo, e tutte le pratiche in questione vengono correlate al termine BDSM (che sta per bondage, dominazione, sottomissione e masochismo).
Per poter godere al meglio di questo particolare tipo di sessualità bisogna essere al corrente delle varie tipologie di sesso estremo esistenti, che si basano sempre su quattro principi fondamentali, ovvero la consensualità completa, la fiducia, la sicurezza e la comunicazione.
È importantissimo, infatti, poter comunicare apertamente con il proprio partner riguardo tutto ciò che concerne il sesso estremo, siccome le pratiche messe in atto durante il BDSM non sono apprezzate da tutti allo stesso modo.

Ma per comprendere concretamente di cosa tratta il masochismo in senso pratico, si possono prendere in considerazione diverse pratiche, tra cui le seguenti:

– La dominazione psicologica: uno dei concetti chiave del sesso estremo è la dominazione (in cui bisogna ovviamente includere anche la sottomissione del partner). Tuttavia non tutti sanno che la pratica della dominazione può anche trascendere dal semplice contesto sessuale, per diventare una pratica psicologica adatta a preparare i due amanti al sesso estremo. Nel caso in cui si parlasse di una mistress e di uno slave, spesso la donna impone all'uomo di fare le pulizie oppure di pulirle la macchina; l'obiettivo di queste imposizioni sono di sottomettere il partner anche psicologicamente, in maniera tale da stuzzicarlo prima di passare all'atto sessuale vero proprio.
In questo modo si incita l'uomo a vendicarsi o a restare sottomesso. La differenza in questo caso dipende dall'indole propria dell'uomo e dalla sua decisione personale in merito.

– Immobilizzazione ed imbavagliamento: una delle pratiche più apprezzate del BDSM riguarda l l'immobilizzazione e l'imbavagliamento del proprio partner, in maniera tale da poterne fare tutto ciò che si vuole. Si tende ad utilizzare questa pratica quando il partner sente di volersi affidare completamente al proprio amante; di conseguenza si tratta inconsciamente anche di una pratica che aiuta a formare un senso di fiducia nella coppia.
Questa particolare pratica sessuale può essere accompagnata da altri trattamenti, come lo spanking (cioè lo schiaffeggiamento) o le frustate.

– Il dolore fisico: molte persone adorano rendere il sesso più piccante tramite la percezione del dolore, che può manifestarsi in molti modi diversi. Per molte donne il tipo di dolore che provoca più piacere risiede nel sesso anale (cioè la sodomia vera e propria). Per alcune persone, tuttavia, il dolore deve essere molto più presente per poter garantire la completa eccitazione sessuale. Per questo motivo molti amano giocare con la cera bollente delle candele, con lo strangolamento o anche con pratiche di pseudo tortura. In questo caso si parla di pura fantasia: alcuni adorano legare il partner per poi stimolarne i capezzoli, altri utilizzano sex toys particolari in grado di dilatare gli orifizi e l'unico limite nel caso della tortura è la creatività (e ovviamente la consensualità del partner).
Una pratica correlata alla tortura nel BSDM può essere anche l'umiliazione, che può essere effettuata costringendo il proprio amante ad indossare abiti imbarazzanti.
Si tratta di attività sessuali estreme assolutamente non adatte a tutti, ma che possono regalare le più grandi soddisfazioni a letto se si è predisposti a provarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *