Attrazione

Come toccare una donna per farla godere veramente

come fare godere una donna

La differenza tra un massaggio professionale e il massaggio alla schiena di un marito davanti alla TV è piuttosto netta. La massaggiatrice lavora ogni lato della schiena con perfetta simmetria. Ogni muscolo è impastato. I tocchi sono misurati e pianificati per approfondire il rilassamento. C’è abbastanza forza per rilassare il muscolo e al tempo stesso non creare traumi.

 Allo stesso modo, un uomo deve conoscere ed essere capace di stimolare i genitali di una donna con conoscenza e intenzione. Deve saper riconoscere ogni parte con le luci accese per poi padroneggiare il tocco con una mano al buio.

Poiché i genitali della donna cambiano durante l’eccitazione, deve conoscere i particolari di questi cambiamenti: colore, tessuto, lubrificazione. Un buon amante deve essere in grado di stimolare in modo differente la vagina, il centro nevralgico del piacere di una donna. Le due varianti principali sono la pressione e la frizione e una combinazione delle due.

Poiché la vagina cambia molto in base a centinaia di fattori, fisici o psicologici, è bene che tu chieda alla tua partner di guidarti con per metterti a conoscenza su ciò che funziona e non funziona, su ciò che le piace, la fa godere o che le da fastidio. Chiedile di darti un numero su una scala da uno a cinque piuttosto che un “mi piace”. Potresti scoprire che quel tocco che l’ha portata sulla luna una notte non funziona più. Oppure potreste scoprire che lei vuole solo lo stesso tocco più e più volte. Non è colpa tua. Lei è l’unica che può sapere cosa la fa godere in un dato momento.

Incoraggiatela sempre a darvi le sue preferenze: questo vi aiuterà molto a costruire una tecnica ben precisa e a non brancolare nel buio, credendo di farla godere quando invece lei pensa solo ai panni da stendere dopo. Non pensare di sapere cosa funziona. Non puoi saperlo. E soprattutto non dovresti sentirti criticato se lei ti reindirizza: questo è da vedere come un fattore estremamente positivo perché ti aiuta ad imparare nuove tecniche. Se hai molte tecniche da mettere in atto è solo un bene, perché aumentano le probabilità che tu possa soddisfarla anche quando sta avendo un momento difficile per rilassarsi.

Cerca anche di documentarti sui libri o su internet sui diversi tocchi, sia con la bocca che con le dita. Potresti anche organizzare un’intera serata dove ti dedichi completamente a lei e al suo piacere, scoprendo cosa le piace e cosa non le piace. Dille che non vuoi niente in cambio quella notte, solo imparare a compiacerla. Ricorda poi che il porno è un insegnante irrealistico che spesso enfatizza il rapporto sessuale. Infatti la maggior parte delle donne non raggiunge l’orgasmo con il solo rapporto sessuale. Solo il 7% lo fa; ma il 100% delle donne può raggiungere l’orgasmo con un’adeguata stimolazione del clitoride.

Per questo motivo esplorare la vagina e tutto quello che le sta attorno con carezze, baci, sfiori, tocchi, schiaffetti e quant’altro aiuta tantissimo una donna a godere e provare piacere, e le rende molto più facile e semplice raggiungere l’orgasmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *